"Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso''. Nelson Mandela

Dobbiamo chiedere voti a chi non sa chi siamo

Posted: marzo 29th, 2014 | Author: | Filed under: ARTICOLI, POLITICA | Tags: , , , | No Comments »

di Franco Arminio – MLA-PRIMAVERA-MANIFESTAi sono can­di­dato con L’altra Europa con Tsi­pras per­ché voglio fare una cosa impos­si­bile, voglio fare una comu­nità pae­so­lo­gica al tempo dell’autismo corale. Chi vuole può tenersi i poli­tici che ci sono. Sem­bra che il suc­cesso in poli­tica sia basato sulla quan­tità di fango in cui ti sai girare. Ci sono almeno qua­ranta milioni di ita­liani che forse non hanno nem­meno sen­tito nomi­nare la parola Tsi­pras. Tra loro tan­tis­sime per­sone la pen­sano come noi e dob­biamo andarle a tro­vare. Mi sono can­di­dato per­ché non accetto che nella patria di Dante si dia cre­dito a poli­ti­canti di ogni risma e si neghi in ogni modo l’idea che la parola di un poeta possa diven­tare pane comune. Read the rest of this entry »


Non siamo il paravento della politica di palazzo

Posted: ottobre 16th, 2013 | Author: | Filed under: ARTICOLI, ASSOCIAZIONE, POLITICA | Tags: , , , , | No Comments »

249353_190873367626649_5754077_nChiamati in causa dal Sindaco, proviamo a schiarire qualche luogo comune. Il Laboratorio Omar Moheissi – affiliato Arci – è un’associazione che da tredici anni idea, produce e organizza manifestazioni culturali e di rilievo sociale atte a sensibilizzare l’opinione pubblica su vari temi, stimolare una discussione cittadina su un futuro migliore, ricercare un altro modello di sviluppo possibile sul territorio. Il nostro impegno, in questo lungo periodo, si è sempre manifestato in completa autonomia di pensiero e di azione da qualsiasi gruppo e/o persona politica, partito e/o movimento. Per essere più precisi: per noi, rivendicare il diritto all’autonomia non significa rinunciare a fare politica. Siamo un’associazione che fa politica come pratica di cambiamento. Non per garantire consensi a qualcuno.

In questi anni abbiamo avuto non poche difficoltà ad interfacciarci con l’amministrazione comunale per il ridicolo motivo che la nostra associazione è stata ritenuta – semplicemente per aver scelto di mantenere un’identità precisa e trasparente – faziosa e di parte, considerata più come nemico da contrastare che un soggetto da ascoltare. Solo attraverso forti pressioni e faticosi inseguimenti l’associazione è riuscita a far accogliere iniziative di pregio per tutto il territorio. Read the rest of this entry »


Un cambiamento che viene dal basso

Posted: agosto 13th, 2013 | Author: | Filed under: ARTICOLI, POLITICA | Tags: | No Comments »

folla protestadi Albeto ZIPARO – La risposta all’implosione elettorale della sinistra radicale e alla crisi del centrosinistra può arrivare dalla convergenza tra i movimenti che hanno lavorato alla costruzione di nuovo legame sociale, alla difesa dei beni comuni per uno sviluppo sostenibile «Riprendiamoci Messina, dal basso»; è il fortunato slogan con cui Renato Accorinti, già attivista «No Ponte», ha chiamato movimenti ed abitanti a partecipare alle elezioni comunali. Fino a vincerle e a diventare sindaco, a capo di una giunta di rappresentanti di comitati e gruppi, associazioni, esperti «eretici» che adesso intende governare la città dello Stretto con i cittadini; in nome di una svolta verso un autogoverno locale in tutti i sensi «ecologico»: un’autentica rivoluzione per una realtà urbana fino ad ieri dominata ed oppressa da un potere locale trasversale, legato ai carrozzoni politico-clientelari, espressione di interessi speculativi che asfissiano quella come altre città, non solo meridionali. Read the rest of this entry »


Dal 15 al 21 ottobre… una settimana per il reddito garantito!

Posted: settembre 30th, 2012 | Author: | Filed under: GENERALE, POLITICA | Tags: , , , , | No Comments »

Nel giugno scorso un’ampia coalizione di associazioni, reti sociali, partiti, movimenti, comitati, collettivi ha lanciato la campagna per un reddito minimo garantito in Italia. Una campagna nata intorno ad una proposta di legge di iniziativa popolare che intende istituire anche nel nostro Paese una garanzia per il reddito per coloro che sono precari, disoccupati e inoccupati, oggi soprattutto giovani, donne e Working Poor.

Una campagna che vuole rilanciare quelle fondamenta di un modello sociale europeo che le politiche neoliberiste hanno minato, per un Welfare universale che garantisca misure di sostegno alle persone, per rilanciare politiche di redistribuzione delle ricchezze e mettere al centro del dibattito politico le garanzie, i diritti, le libertà di scelta delle persone. Read the rest of this entry »


L’alternativa in quattro punti

Posted: dicembre 22nd, 2011 | Author: | Filed under: ARTICOLI, POLITICA | Tags: , , , , , , | No Comments »

di Gianni Rinaldini e Luca Casarini – Una delle peculiarità di questa crisi, che a nostro avviso è allo stesso tempo «del» e «nel» capitalismo, sembra quella di rendere tutto molto cristallino. L’opacità classica dei processi che in ultima istanza generano ciò che chiamiamo sfruttamento e dominio sull’uomo e sulla natura, è sostituita da un disvelamento che appare persino arrogante, tanto è palesato. Il passaggio del Governo Monti è in qualche modo figlio di un’idea bipartisan di abdicazione della politica e della democrazia. Negarlo, come fanno coloro che lo ritengono un’obbligata conseguenza dell’emergenza, è solo un modo per imbrogliare i cittadini e se stessi. Anche l’Europa, per la prima volta, si presenta per quello che è: lo spazio politico dove l’egemonia neoliberista della finanza del capitale e del mercato, è fatto proprio dal sistema dei partiti e dei governi, fuori e contro gli ideali, e la retorica, dei “padri fondatori”. Read the rest of this entry »


Genova 2011 – Uniti contro la crisi, uniti per l’alternativa

Posted: luglio 16th, 2011 | Author: | Filed under: ARTICOLI, POLITICA | Tags: , , , , , , , , , | No Comments »

Dal 21 al 23 luglio a Genova, dieci anni dopo.

Venerdì 22 Luglio ore 17.00 assemblea generale

Dopo le grandi lotte partite in ottobre da fabbriche e università, dopo le manifestazioni che hanno visto le donne in piazza, numerose come non accadeva da tempo, dopo le brecce aperte nel berlusconismo da Milano e Napoli, e soprattutto dopo lo straordinario risultato referendario, è iniziata una fase storica e politica nella quale, paradossalmente, sono molti e pericolosi i rischi che corre il “cambiamento”. Read the rest of this entry »


FERMATEVI! IL VOTO NON E’ UNA DELEGA IN BIANCO.

Posted: giugno 27th, 2011 | Author: | Filed under: ARTICOLI, GENERALE, POLITICA | Tags: , , , | No Comments »

Sono trascorse neanche 24 ore dal lancio dell’appello alle istituzioni e alla politica e la violenza delle forze dell’ordine costituito contro i NO TAV non si è fatta attendere nel mostrare il vero volto dell’intento politico. In Val Susa in gioco c’è l’interesse legittimo delle comunità di difendere il proprio territorio e di determinare il proprio futuro contro la volontà eversiva di imporre scelte antidemocratiche per la felicità delle lobby. Troppi episodi ormai sono diventati testimonianza dello scarto tra la politica rappresentativa e l’interesse collettivo. Il referendum del 12 e 13 giugno avrebbe dovuto segnare un cambio di direzione, ma è evidente che chi ha le mani in pasta non ha nessuna intenzione nè di colmare lo scarto nè di tirarsi fuori dalla cricca degli affari. L’alternativa rimane nelle mani dei singoli che decideranno di rinunciare alla delega per difendere volontà e diritto delle comunità a decidere quale modello di sviluppo scegliere. E’ arrivato il momento di ribadire tutti insieme: “Fermatevi, il voto non è una delega in bianco!”.  Read the rest of this entry »


PERCHE’ BISOGNA ANDARE A VOTARE ?

Posted: giugno 11th, 2011 | Author: | Filed under: ARTICOLI, GENERALE, POLITICA | Tags: , , , , , , | No Comments »

“Odio gli indifferenti. Credo che vivere voglia dire essere partigiani. Chi vive veramente non può non essere cittadino e partigiano. L’indifferenza è abulia, è parassitismo, è vigliaccheria, non è vita. Perciò odio gli indifferenti. L’indifferenza è il peso morto della storia. L’indifferenza opera potentemente nella storia. Opera passivamente, ma opera. È la fatalità; è ciò su cui non si può contare; è ciò che sconvolge i programmi, che rovescia i piani meglio costruiti; è la materia bruta che strozza l’intelligenza.
Ciò che succede, il male che si abbatte su tutti, avviene perché la massa degli uomini abdica alla sua volontà, lascia promulgare le leggi che solo la rivolta potrà abrogare, lascia salire al potere uomini che poi solo un ammutinamento potrà rovesciare.
Tra l’assenteismo e l’indifferenza poche mani, non sorvegliate da alcun controllo, tessono la tela della vita collettiva, e la massa ignora, perché non se ne preoccupa; e allora sembra sia la fatalità a travolgere tutto e tutti, sembra che la storia non sia altro che un enorme fenomeno naturale, un’eruzione, un terremoto del quale rimangono vittime tutti, chi ha voluto e chi non ha voluto, chi sapeva e chi non sapeva, chi era stato attivo e chi indifferente. Read the rest of this entry »


Oltre le primarie, proviamo a fare a meno dei leader

Posted: gennaio 6th, 2011 | Author: | Filed under: ARTICOLI | Tags: , , , , , , , , | No Comments »

di Paolo Cacciari

Dopo aver letto il bell’articolo di Michele Prospero («L’iperdemocrazia delle primarie», il manifesto del 19 dicembre) ho pensato: e se provassimo a fare ameno dei leader, dei capi, delle guide? Dei divi condannati a «bucare lo schermo» e degli antidivi che alla telecamera non si possono nemmeno avvicinare.

Dei condottieri che hanno il difetto di doversi sempre trascinare dietro una massa acquiescente e dei carismatici che sono pericolosi perché vengono creduti anche quando sbagliano. Se provassimo invece a salvarci da soli, seguendo l’approccio DIY (do it yourself)? Saremmo ridicoli come il Barone di Munchausen che tentava di tirarsi su per il colletto della giacca, o ammirevoli come i lillipuziani?

Se provassimo a comportarci con coerenza rispetto all’idea di società e di individuo che abbiamo in mente (una società capace di cooperare solidarmente e di un individuo capace di autogovernarsi) risulteremmo più deboli o più credibili agli occhi dei nostri simili? Se alle tante fabbriche, officine, cantieri, laboratori… (tutti rigorosamente con il loro brand) sostituissimo degli orti delle buone pratiche?  Read the rest of this entry »


La Fiom mobilita la dignità operaia

Posted: dicembre 30th, 2010 | Author: | Filed under: GENERALE | Tags: , , , , , , , , , , , | No Comments »

di Loris Campetti

Il referendum è uno strumento democratico in cui le persone possono dire la loro su un tema che li riguardi direttamente. Imporre lo strumento del voto perché si accetti di non poter votare mai più, non è un paradosso o un ossimoro, è un gigantesco imbroglio, che si trasforma in un odioso ricatto nel momento in cui la formulazione del quesito referendario suona così: accetti di rinunciare ai tuoi diritti, compreso quello di ammalarti, scioperare, persino mangiare se la domanda di automobili dovesse schizzare in alto, eleggere i tuoi rappresentanti sindacali, in cambio della salvezza del posto di lavoro? Read the rest of this entry »