"Un vincitore è un sognatore che non si è mai arreso''. Nelson Mandela

La primaVERA maniFESTA 2015

Posted: giugno 17th, 2015 | Author: | Filed under: ASSOCIAZIONE, AUTOPRODUZIONE, DONO, OSPITALITA' | Tags: , , , , , , | No Comments »

 

11401554_847232025324110_5397785078493453913_n-1

Sabato 20 giugno a Villa Baldassarri nel cuore del borgo ritorna una grande festa di comunità in un piccolo paese del Salento. L’idea alla base dell’iniziativa è provare a sviluppare un percorso di resistenza consapevole per la difesa del saper fare e di tutto quel patrimonio immateriale comunitario costantemente mortificato dal processo di omologazione del pensiero.

«Non c’è altro modo di generare cambiamento se non a partire dal basso, dalle comunità e dalla loro consapevolezza». È questo presupposto con cui l’associazione ARCI “lab. Omar Moheissi” organizza per l’ottavo anno consecutivo “La primaVERA maniFESTA: Autoproduzione, dono e ospitalità”.

Il programma della manifestazione è articolato: partecipazione attiva della comunità e diverse associazioni hanno offerto il loro contributo, tutti uniti dalla convinzione che una società sobria, equa e giusta sia non solo possibile ma necessaria. Al centro della serata conviviale ci saranno musica, spettacoli per grandi e piccoli, leccornie locali e vino contadino a cui si aggiungerà baratto e dono grazie al contributo degli amici che hanno animato in questi anni i progetti di “Bazar del Dono” e “Cianfrusoteca”.

Non mancherà un momento di riflessione e di confronto con un dibattito sui temi legati alla manifestazione. Quest’anno troveranno spazio esperienze virtuose come “Sfruttazero – autoproduzioni fuori mercato”, un progetto di autoproduzione di salsa di pomodoro, nato per combattere la piaga del caporalato e restituire dignità alle persone, “Le’nticche – catering etico”, progetto nato dalla volontà di offrire un servizio di ristorazione critico e attento all’ambiente e alla salute, e infine, Natalino Del Prete, storia di un autentico vignaiolo, tra i primi contadini a produrre e sviluppare l’agricoltura biologica in Italia. Prenderanno parte alla discussione anche Filippo Sestito, dirigente nazionale ARCI e Fabio De Nardis, docente di sociologia dell’Università del Salento.

«Nella festa vediamo l’opportunità di manifestare la nostra convinzione che un’altra idea di comunità è ancora possibile costruirla. Per noi è una giornata vissuta nella convivialità delle relazioni, in cui è possibile affrancarsi dal denaro, fruire di cultura, gustare insieme le specialità culinarie e, nello stesso tempo, riflettere sulla dimensione comunitaria» è quanto fanno sapere dalle associazioni organizzatrici.

A vario titolo offrono il loro contributo al progetto le associazioni Il Formicaio, FucinAsud, Cianfrusoteca.

Sabato 20 giugno, vi aspettiamo, tutti in piazza, per costruire insieme una società conviviale.

Leggi il programma completo della giornata: Read the rest of this entry »


Giù le mani da “inCANTI diVINI”, giù le mani dalla nostre idee!

Posted: aprile 28th, 2015 | Author: | Filed under: ASSOCIAZIONE, PROGETTI | Tags: , , , | No Comments »

11066779_827971530583493_4671858597304710964_nLa storia che, qui, vogliamo apertamente denunciare tocca, non solo la nostra realtà associativa, l’anima e i cuori di tutti noi, ma colpisce al nostro pari tutte quelle associazioni appassionatamente impegnate a cercare di portare un cambiamento nei propri territori. Tocca allo stesso modo tutte quelle aggregazioni sociali ostinate nella ricerca di un futuro migliore.

Quello che vi raccontiamo, lo consideriamo un vero e proprio calcio sotto i testicoli di tante persone che con noi in questi anni hanno collaborato alla costruzione di un sogno collettivo e dei tanti che come noi credono nella funzione emancipativa dell’impegno civile. Quello che vi raccontiamo è un ignobile colpo basso cinicamente sferrato per mano di chi dovrebbe rappresentarci. Read the rest of this entry »


La sorda Europa

Posted: aprile 20th, 2015 | Author: | Filed under: ARTICOLI, OSPITALITA' | Tags: , , | No Comments »

BarchetteFiaccolePerLeVittimeDelMare_17Apr11_044_b-300x207 di Tommaso Di Francesco – Fug­gi­vano da guerra e mise­ria anche i 700 dispe­rati dei quali non si ha noti­zia e  ancora tanti sono i dispersi in mare, solo 49 risul­tano in salvo. Non c’è biso­gno che lo dica il Vati­cano che fug­gi­vano da guerra e mise­ria per averne una con­ferma. Guar­date la geo­gra­fia dei luo­ghi da dove, ogni santo giorno, arri­vano in fuga: Nige­ria, Mali, Niger, Siria, Soma­lia, Libia, Egitto,  Iraq…ecc. ecc. Non c’è una sola realtà che non veda la costante povertà della quale siamo respon­sa­bili – per favore qual­cuno veda come abbiamo ridotto il Delta del Niger, una regione grande come l’Italia in Nige­ria, “gra­zie” ai nostri pozzi petro­li­feri e a quelli delle altre mul­ti­na­zio­nali del petro­lio. Una fogna di bitumi che hanno deva­stato l’ambiente, rima­sto sem­pli­ce­mente senza acqua. Read the rest of this entry »


SALVIAMO GLI ULIVI – un altro modo è possibile

Posted: aprile 7th, 2015 | Author: | Filed under: ASSOCIAZIONE, COMUNICATI, POLITICA | Tags: , , , , | No Comments »

11128715_1421347664845359_4984535689992986726_nDa qualche tempo in Puglia, in modo banalmente semplificato, si parla di emergenza xylella, il batterio considerato causa del disseccamento dei nostri ulivi.
Le misure adottate dalla Regione Puglia e dal commissario straordinario, Giuseppe Silletti, a tal proposito, prevedono, come azioni di base, l’eradicazione di un numero ingiustificato di alberi e l’uso di massicce dosi di veleni da utilizzare come contrasto sull’insetto vettore.
Ad oggi, non esistono studi scientifici che dimostrino che la causa del disseccamento degli ulivi possa essere riconducibile alla xylella fastidiosa. Il Consiglio per la Ricerca in Agricoltura (CRA), ente di diritto pubblico del Ministero delle politiche agricole che raccorda tutti gli istituti di ricerca in materia, ne dà conferma per voce della direttrice, Marina Barba, la quale fa sapere che «è noto che la xylella produca dei disseccamenti, ma non sugli ulivi».
In termini scientifici, l’unico esperimento pubblicato è stato portato a termine in California nel 2010 ed ha dato esito negativo: la xylella non è risultata patogena sugli ulivi.
Read the rest of this entry »


Il terrorismo della Bce

Posted: febbraio 10th, 2015 | Author: | Filed under: ARTICOLI | Tags: , , , , , | No Comments »

2  di Andrea Fumagalli*  –  Il 4 febbraio 2015 la Bce ha deciso di non accettare più come garanzia “collaterale” i titoli di stato greci per fornire la liquidità necessaria al sistema creditizio greco per far fronte alle normali operazioni bancarie. Si tratta di una misura drastica che rischia di ricreare quella situazione di crisi di liquidità (cash crunch) che aveva sconvolto l’Argentina nei momenti topici della crisi del 2000, con corsa agli sportelli, bancomat inutilizzabili e sviluppo di nuove monete alternative e nuovi sistemi di pagamento. Read the rest of this entry »


Cambia la Grecia, Cambia l’Europa

Posted: febbraio 9th, 2015 | Author: | Filed under: COMUNICATI, POLITICA | Tags: , , , | No Comments »

atene_chiama_webLa Grecia ha fatto in questi anni da cavia  per la cancellazione dello stato sociale e dei diritti democratici in Europa. I pacchetti di “salvataggio” dei memorandum hanno salvato solo le banche tedesche ed europee,  impoverito la gente e  aggravato  la disoccupazione rendendola di massa.

Le conseguenze delle politiche della Troika smentiscono tutte le falsità usate per imporre l’austerità in Europa. Il Paese è ridotto allo stremo, il popolo ai limiti della sopravvivenza e  in piena emergenza umanitaria e intanto il debito invece di diminuire è alle stelle.

In Grecia le vittime dell’austerità si sono ribellate ai diktat della Troika. I lavoratori senza più diritti e quelli senza più lavoro, gli studenti, i pensionati, i professionisti, le casalinghe si sono alleati e hanno dato vita ad una straordinaria resistenza pacifica,  democratica e popolare che è di esempio per tutta l’Europa. Read the rest of this entry »


Jobs act, un referendum

Posted: dicembre 27th, 2014 | Author: | Filed under: ARTICOLI, GENERALE, POLITICA | Tags: , , | No Comments »

no-jobs-act di Piergiovanni Alleva – L’emanazione del decreto attua­tivo del Jobs act, che eli­mina, in sostanza, la tutela dell’articolo 18 dello Sta­tuto per i futuri con­tratti a tempo inde­ter­mi­nato non chiude affatto la par­tita, ma è solo la pre­messa del con­fronto vero che avrà per pro­ta­go­ni­sti i lavo­ra­tori, nelle piazze e, se neces­sa­rio, alle urne in un refe­ren­dum abrogativo.

Non è inu­tile, comun­que, ma anzi assai istrut­tivo, riper­corre alcuni momenti salienti della vicenda e le con­sa­pe­vo­lezze che ha con­sen­tito di acqui­sire. In primo luogo, infatti, nes­suno si azzarda più a defi­nire «di sini­stra» il governo Renzi-Poletti che si è dimo­strato tanto vio­lento e pre­va­ri­ca­tore nella sua azione con­tro i diritti fon­da­men­tali dei lavo­ra­tori, quanto falso e misti­fi­cante nell’uso del suo stra­po­tere media­tico. Read the rest of this entry »


Gli effetti nefasti del Jobs Act

Posted: novembre 19th, 2014 | Author: | Filed under: ARTICOLI, POLITICA | Tags: , , , , | No Comments »

fiom_pt56 di Luciano GallinoUno dei principali esiti del Jobs Act, a danno dei lavoratori, sarà la liquidazione di fatto del contratto nazionale di lavoro (cnl), in attesa di una legge — di cui il governo parlerà, sembra, a gennaio — che ne sancisca anche sul piano formale la definitiva insignificanza rispetto alla contrattazione aziendale e territoriale.

D’altra parte la strada verso tale esito nefasto era già stata tracciata dagli accordi interconfederali del giugno 2011 e del novembre 2012 (non firmato dalla Cgil). In essi venivano assegnate al cnl dei compiti del tutto marginali rispetto alla sua funzione storica: che sta nel difendere la quota salari sul Pil, cioè la parte di reddito che va ai lavoratori rispetto a quella che va ai profitti e alle rendite finanziarie e immobiliari. Grazie al progressivo indebolimento del cnl, dal 1990 al 2013 tale quota è diminuita in Italia di circa 7 punti, dal 62 per cento al 55. Si tratta di oltre 100 miliardi che invece di andare ai lavoratori vanno ora ogni anno ai possessori di patrimoni, dando un contributo di peso all’aumento delle disuguaglianze di reddito e di ricchezza. Read the rest of this entry »


Renzismo terminale

Posted: ottobre 9th, 2014 | Author: | Filed under: ARTICOLI | No Comments »

di Marco Revelli – L’accelerazione impressa da Mat­teo Renzi nel suo “seme­stre euro­peo” lascia sul ter­reno cumuli di mace­rie (a comin­ciare da quelle del suo par­tito). E apre almeno tre grandi que­stioni, cla­mo­ro­sa­mente evi­denti in que­sti giorni solo a volerle vedere: una que­stione isti­tu­zio­nale, annun­cia­tasi fin dalla bat­ta­glia d’estate sul (e con­tro il) Senato. Una nuova que­stione sociale: nuova per­ché si poteva pen­sare che già col governo Monti si fosse arri­vati a mor­dere sull’osso del mondo del lavoro, e invece ora si affon­dano i colpi ben sotto la cin­tura. Infine una grave que­stione demo­cra­tica, resa dram­ma­tica dall’intrecciarsi delle prime due, e dal ruolo che la crisi gioca nel det­tarne modi e tempi di sviluppo. Read the rest of this entry »


Articolo 18, attenti alle false mediazioni

Posted: ottobre 2nd, 2014 | Author: | Filed under: ARTICOLI | Tags: , , , , | No Comments »

Immagine 2di Piergiovanni Alleva – Nel con­flitto, sem­pre più aspro, sull’abolizione dell’art. 18 ossia del rein­te­gro nel posto di lavoro in caso di ille­git­ti­mità dei licen­zia­menti, sta arri­vando l’ora di più o meno occulti ten­ta­tivi di media­zione, che vedono pro­ta­go­ni­sti, dalla parte dei “buoni”, soprat­tutto gli espo­nenti della “sini­stra” del par­tito democratico.

Ciò che ci pro­po­niamo con que­sto e con even­tual­mente suc­ces­sivi inter­venti sul mani­fe­sto è di spie­gare la sostanza vera delle pro­po­ste di media­zione che ven­gono affac­ciate, il loro carat­tere quasi sem­pre ingan­ne­vole ed illu­so­rio e gli errori giu­ri­dici mador­nali (soprat­tutto vizi di inco­sti­tu­zio­na­lità) che spesso in essi si anni­dano, ma anche di indi­care pos­si­bili per­corsi alter­na­tivi e positivi. Read the rest of this entry »